Questo sito utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza e la qualità dei nostri servizi. Utilizzando questo sito l'utente accetta di utilizzare i cookie. Maggiori informazioni Nascondi

Chiesa di San Giusto

Bisogno di un albergo?

Link sponsorizzati

Itinerari nelle vicinanze

Places of Interest

Contenuti con corrispondenza

Hotel nelle vicinanze

Ristoranti nelle vicinanze

Link sponsorizzati

🔎
POI
Location type: POI
Location address: Italia, Lucca
Numero di testi: 2
3 stars
Realizzato da wikipedia.org | Reference RicciSpeziari | © CC 3.0
Realizzato da wikipedia.org | Reference Wikipedia.org | © CC 3.0

L’edificio attuale, sorto su un precedente, risale alla seconda metà del XII secolo. A tre navate con abside, presenta in facciata una decorazione che vede l’accentuarsi della bicromia nella parte superiore: fitte fasce in colore bianco iniziano poco sopra il portale principale e proseguono nel sodo della muratura della navata centrale, dove si dispongono loggette sovrapposte. Il portale centrale è uno dei più significativi della bottega di Guidetto, sia per la qualità dell’esecuzione, sia per alcuni particolari decorativi, quali i telamoni in torsione che sostengono i due leoni aggettanti ai lati della lunetta e due mascheroni di impianto classico. Nel Seicento l’interno fu ristrutturato in un linguaggio compiutamente barocco. Nella prima metà del secolo scorso, volendosi riportare la chiesa ad un presunto aspetto originario, si iniziarono a rimuovere gli stucchi barocchi; fortunatamente alcuni esponenti del mondo culturale locale sollecitarono l’intervento del Ministero dei Beni Culturali che impose il ripristino delle decorazioni.

Classificare questo punto di interesse
Link ad un percorso

Maggiori informazioni

Realizzato da wikipedia.org | Reference Wikipedia.org | © CC 3.0

La chiesa è l’unico resto del convento delle monache Gesuate fondato nel 1518. L’esterno propone la tipica struttura a oratorio con le due finestre a grata ai lati della porta centrale, ornata da una terracotta invetriata della seconda metà del Cinquecento con la Madonna tra i Santi Giuseppe e Girolamo. L’interno, a navata unica, con volta a crociera, fu sottoposto alla metà del Seicento a un riassetto dell’arredo, che venne arricchito da apparati lignei intagliati e dorati: una cantoria addossata alla controfacciata e una più piccola sul fianco sinistro, due altari laterali e la decorazione della tribuna con l’imponente altare maggiore, che ha al centro la tavola tardocinquecentesca con i Santi Paolo, Giuseppe e Girolamo di Lorenzo Zacchia.

Classificare questo punto di interesse
Link ad un percorso

Maggiori informazioni

Commenti

Aggiungere commento