Sant'Ariano

Island

IT |

Pubblico | Tedesco

Risorsa: File Upload Bot (Magnus Manske)

Diritti d'autore: CC 3.0

Fu parte della scomparsa Costanziaco e si arricchì di chiese e monasteri. Nel Duecento la famiglia Viaro vi costruì i monasteri di Sant'Adriano (in veneto: Sant'Ariàn, di qui il nome dell'isola) e di San Maffio, quest'ultimo nel luogo dove precedentemente sorgeva la chiesa di San Giovanni. Il monastero di S. Adriano ospitò fino al 1400 fra le sue mura molte nobili veneziane, tra cui Anna Michiel, sposa del giovane monaco Nicolò Giustiniani, che aveva ottenuto la dispensa dai voti per poter continuare la discendenza della sua famiglia, che altrimenti si sarebbe estinta con lei. La stessa Anna, dopo aver avuto molti figli, volle ampliare il convento che comunque conobbe il suo declino successivamente al 1439: in questa data molte monache furono trasferite in seguito ad episodi scandalosi; a fine secolo, altre furono nuovamente coinvolte in un processo che accusava quattro nobili veneziani di essersi introdotti nel monastero. Poco più tardi il complesso era ormai abbandonato, soprattutto per l'insalubrità ambientale (fu per questo deviato il corso del Sile affinché non immettesse in laguna acqua dolce, portatrice di malaria).

Risorsa: Wikipedia.org

Diritti d'autore: CC 3.0

Più informazioni

Indirizzo

Venezia
Italia

Pubblicità

Di più su questo luogo di interesse

Itinerari nelle vicinanze

Canali correlati

Pubblicità

© 2006-2017 RouteYou - www.routeyou.com