Wikipedia

Wikipedia

HomeItinerariLuoghi di interesse

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza e la qualità dei nostri servizi. Utilizzando questo sito l'utente accetta di utilizzare i cookie. Più informazioni Nascondi

Concattedrale di Santissima Maria Assunta e San Catello

Pubblicità

cathedral

IT |

Pubblico | Francese

Risorsa: Mentnafunangann

Diritti d'autore: CC 3.0

La concattedrale di Santissima Maria Assunta e San Catello è la principale chiesa di Castellammare di Stabia ed è concattedrale dell'arcidiocesi di Sorrento-Castellammare di Stabia: eretto a partire dal 1587 ma consacrato solamente nel 1893, al suo interno si venera la statua del patrono della città stabiese, san Catello. È sede parrocchiale e regge la chiesa di Gesù e Maria, la chiesa di Maria Santissima del Caporivo, la chiesa di Santa Maria dell'Orto, la chiesa del Santissimo Crocifisso al Rivo e la chiesa del Santissimo Crocifisso e Anime del Purgatorio.
La prima cattedrale di Castellammare di Stabia era situata nei pressi della collina di Varano; in seguito venne spostata nei pressi del Castello Medioevale ed infine nella zona dell'attuale piazza Quartuccio: a seguito del terremoto del 1436, l'edificio subì notevoli danni che portarono alla decisione di costruire un cattedrale ex novo: il 17 settembre 1517 una commissione di alcuni cittadini eletti dalla giunta municipale affidò all'architetto Giovanni Donadio il compito di disegnare la nuova chiesa, ma per motivi ignoti questo progetto non venne mai realizzato. Anche nel 1569 ci fu un secondo tentativo da parte del vescovo Antonio Laureo, anch'esso senza alcun esito. Ludovico Maiorano, salito all'episcopato nel 1581 vendette la cattedrale al castello, ormai ridotta in rudere, ricavando una discreta somma da poter investire nella costruzione della nuova: nel 1587 l'amministrazione della città concesse l'autorizzazione per l'avvio dei lavori sovvenzionando il progetto con una gabella, imposta ai cittadini, di un tornese su ogni chilo di carne, olio, formaggio ed altri generi alimentari comprati nelle botteghe della città o nella Regia Dogana: la nuova chiesa sorse sui resti di quella precedente al Quartuccio. I lavori furono affidati all'architetto Pietro Antonio De Sanctis e realizzati da Santoro Cortolano e Paolo Fasano: l'apertura del cantiere avvenne il 22 novembre 1587 come testimoniato dalla cerimonia della posa della prima pietra riportata in un libro conservato nell'archivio storico della Cattedrale:

Risorsa: Wikipedia.org

Diritti d'autore: CC 3.0

Più informazioni

Indirizzo

Napoli
Italia

Di più su questo luogo di interesse

Itinerari nelle vicinanze

Canali correlati

Pubblicità

© 2006-2018 RouteYou - www.routeyou.com