Questo sito utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza e la qualità dei nostri servizi. Utilizzando questo sito l'utente accetta di utilizzare i cookie. Maggiori informazioni Nascondi

Roncole Verdi#Casa natale di Giuseppe Verdi

Bisogno di un albergo?

Link sponsorizzati

Itinerari nelle vicinanze

Places of Interest

Contenuti con corrispondenza

Hotel nelle vicinanze

Ristoranti nelle vicinanze

Link sponsorizzati

🔎
POI
Location type: POI
Location address: Italia, Parma
Numero di testi: 2
3 stars
Realizzato da wikipedia.org | Reference Scewing | © CC 3.0
Realizzato da wikipedia.org | Reference Wikipedia.org | © CC 3.0

Roncole Verdi (Roncal in dialetto parmigiano), già Le Roncole, è una piccola frazione situata a pochi chilometri di distanza dalla città di Busseto, in provincia di Parma. La località deve la sua notorietà all’essere il luogo natale del compositore Giuseppe Verdi, tanto da cambiare il nome comunale da “Le Roncole” a “Roncole Verdi”. Lungo la strada provinciale che dalla frazione porta al vicino abitato di Soragna è visitabile la casa natale di Giuseppe Verdi mentre, poco distante si trova la chiesa dedicata a San Michele Arcangelo all’interno della quale è conservato l’organo su cui, da ragazzino, Péppin ebbe modo di suonare le sue prime note sotto la guida di Pietro Baistrocchi, l’anziano organista dilettante che fu il suo primo insegnante di musica.

Classificare questo punto di interesse
Link ad un percorso

Maggiori informazioni

Realizzato da wikipedia.org | Reference Maxperot | © CC 3.0
Realizzato da wikipedia.org | Reference Wikipedia.org | © CC 3.0

La casa natale di Giuseppe Verdi si trova a Roncole Verdi, una frazione di Busseto, in provincia di Parma. Si presenta - nella descrizione che ne ha fatto Giuseppe Barigazzi nel suo libro Verdi - La vita · Le opere, edito dalla Periodici San Paolo - come «una casa povera, bassa e lunga, un po’ sghemba», attorniata tutt’intorno da una manciata di piccoli edifici e in cui «è palpabile il senso di grama vita di quei tempi, l’impronta della fatica, della povertà dignitosa».

Classificare questo punto di interesse
Link ad un percorso

Maggiori informazioni

Commenti

Aggiungere commento