Willem Vandenameele

Cappella in rovina di Santa Anna

InformazioniItinerariLuoghi di interesse

This site is available in your language and country. Change the language to English and the country to United States.
Clicca qui per nascondere questo messaggio.

Pubblicità
Pubblicità

Autore: Willem Vandenameele

BE | | Pubblica | CatalanoFranceseIngleseOlandeseSpagnoloTedesco

Risorsa: Willem Vandenameele

Risorsa: Willem Vandenameele

Risorsa: openmonumenten

Le rovine di De Nieuwe Sint-Annakapel costruito a Hoenderveld in un angolo tra il Tieltseweg e una strada di campagna, la cosiddetta "Klijtstraat".

La cappella risale al 1864 e fu costruita su iniziativa di Adilie Eugénie Vandermeulen, sorella dell'ex sindaco Jan Francis Vandermeulen e sposata con Emiel-Pieter Mulle, membro di una nobile famiglia di Tielt.

La cappella è stata costruita davanti alla cappella esistente di Sant'Anna per iniziare una nuova parrocchia in questo angolo di Dentergem. Alla fine la popolazione locale si affidava alle lontane chiese di Dentergem , Aarsele, Marialoop o Tielt per i servizi. Forse PN Sketchon (Courtrai) è l'architetto, aveva progettato la chiesa di Dentergem dieci anni prima.

Santa Anna divenne la patrona della cappella, dopo la madre di Maria e patrona dei poveri . Santa Anna è raffigurata sopra l'ingresso della cappella. Sopra la statua è appeso lo stemma del Mulle de Terschuerens.

Il vicario di Dentergem non era affatto contento di questa nuova cappella. Subito disapprovò e consigliò al vescovo di non consacrare la chiesa . Il vescovo seguì le argomentazioni del sacerdote e informò Adèlia che la cappella era orientata male , cioè nord-sud invece che est-ovest.

Nemmeno la diocesi vede il motivo di fondare una nuova parrocchia. La cappella non è consacrata e non viene mai utilizzata come chiesa . Ben presto l'edificio assunse un'altra funzione di magazzino , utilizzato da un inquilino locale. Lo stabilimento è stato trasferito alla casa di riposo Tielt.

La discussione su una nuova parrocchia ebbe ulteriore impulso quando intorno al 1900 la popolazione di Tielt, soprattutto nella parte meridionale della città, era aumentata così tanto che sembrò necessaria una nuova parrocchia . Ciò sarebbe accaduto solo con la costruzione di una Onze-Lieve-Vrouwkerk nel 1937 sulla proprietà donata da Emilie Mulle di Terschueren de Tielt nell'attuale Nieuwe Statiestraat. Con questo, i piani per un nuovo comune vicino all'Hoenderveld vengono definitivamente abbandonati.

Gli architetti DMOA di Leuven vogliono salvare le rovine con un progetto molto speciale (2021) . Per lo più lascerai la rovina così com'è. All'interno ci sarà una sala eventi e riunioni, mentre all'esterno ci sarà una piattaforma panoramica accessibile al pubblico. Il ponte di osservazione sarà accessibile dalla strada lenta che attraversa le rovine.

Risorsa: Willem Vandenameele

Più informazioni

Di più su questo luogo di interesse

Commenti

Itinerari nelle vicinanze

Questo luogo di interesse sul tuo sito

<iframe src="https://plugin.routeyou.com/poiviewer/free/?language=it&amp;params.poi.id=8251648" width="100%" height="600" frameborder="0" allowfullscreen></iframe>

Prova questa funzionalità gratuitamente con un abbonamento di prova RouteYou Plus.

Se hai già un tale account, accedi ora.

© 2006-2023 RouteYou - www.routeyou.com