Wikipedia

Wikipedia

HomeItinerariLuoghi di interesse

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza e la qualità dei nostri servizi. Utilizzando questo sito l'utente accetta di utilizzare i cookie. Più informazioni Nascondi

Ciria

Pubblicità

River

IT |

Pubblico

Risorsa: Grasso83

Diritti d'autore: CC 3.0

Ha origine dall'unione di due canali in prossimità dell'abitato di Olmeneta. Entrambi i rami hanno origine dal Naviglio Grande Pallavicino. Considerando come ramo principale la Ciria Vecchia, la lunghezza complessiva dell'alveo è di poco meno di 32 km.
Le origini della Ciria Vecchia, uno dei canali più antichi della provincia di Cremona, risalgono al XV secolo. Il cavo, all'epoca una roggia di modeste dimensioni, traeva alimentazione da alcune risorgive collocate nei pressi della Cascina Graffignana, nel territorio comunale di Casalbuttano ed Uniti, e dai coli provenienti dai campi circostanti. Un più ampio canale venne fatto scavare nel XVI secolo dal nobile Carlo Ciria, proprietario di ampi appezzamenti di terreno nella zona. Il 28 maggio 1632 il marchese Giorgio Pallavicino, discendente di Galeazzo che realizzò l'omonimo Naviglio, acquistò la Ciria e iniziò i lavori di collegamento tra quest'ultima e il Naviglio Grande Pallavicino. Il 3 luglio 1667 i lavori risultarono ultimati e da allora la Ciria Vecchia rappresenta la naturale prosecuzione del Naviglio, ove esso termina il suo corso, all'altezza dell'attuale ponte lungo la strada provinciale 86.. Nel medesimo punto origina anche la Canobbia Vecchia, un canale scavato nel 1588 che confluisce nella Ciria Nuova.

Risorsa: Wikipedia.org

Diritti d'autore: CC 3.0

Più informazioni

Indirizzo

Cremona
Italia

Di più su questo luogo di interesse

Itinerari nelle vicinanze

Canali correlati

Pubblicità

© 2006-2018 RouteYou - www.routeyou.com